All’interno del sistema scolastico, una figura basilare per il buon funzionamento dello stesso è ricoperta dal collaboratore scolastico, facente parte del personale ATA. Il collaboratore scolastico rappresenta un valido supporto per il corpo docenti e una sicurezza in più per gli alunni durante l’orario scolastico. Conosciuto nella vecchia nomenclatura di bidello, le mansioni svolte sono fondamentali durante l’orario delle lezioni e non. Andiamo a conoscere qualcosa in più su questa figura professionale in un nuovo approfondimento di Professionisti in Pillole.

Mansioni collaboratore scolastico

Le mansioni del collaboratore scolastico sono regolate dal CCNL Scuola 2006-2009 (art. 47 e Tabella A), che ne specifica le competenze. Vediamole insieme:

  • Sorveglianza: il collaboratore ha il compito di accogliere gli alunni e i visitatori nell’istituto. Sorvegliare gli studenti nella fase precedente le lezioni e al termine dell’orario scolastico, nei cambi lezione, durante la ricreazione e nei momenti di uscita dall’aula. Fino alla maggiore età, i ragazzi si trovano sotto la responsabilità del sistema scolastico in orario di lezioni, quindi la responsabilità è da non sottovalutare. Il collaboratore, inoltre, opera come filtro chiamate al centralino per la scuola per cui lavora.
  • Pulizia: il professionista ha il compito di mantenere puliti e igienizzati gli ambienti scolastici, badando alla manutenzione degli stessi. La disinfezione degli spazi all’interno dell’istituto ne favorisce un buon utilizzo, privato dal rischio di mettere in contatto le persone che lo frequentano con possibili agenti patogeni.
  • Ausilio per i disabili: il collaboratore scolastico è tenuto a dare sostegno ai disabili in caso di necessità. È, inoltre, chiamato a prestare il suo auto per l’igiene di base del disabile, in accordo con l’insegnante di sostegno. Un compito molto delicato, in cui il collaboratore contribuisce favorendo l’integrazione dei ragazzi all’interno dell’ambiente scolastico.
  • Collaborazione con i docenti: durante le lezioni, è possibile che gli insegnanti richiedano un aiuto esterno ai fini della didattica. I collaboratori sostengono le attività didattiche, controllano la classe in caso di allontanamento momentaneo del docente o se è necessaria una maggior sorveglianza, facilitano le comunicazioni con la segreteria, con gli altri professionisti e con le persone esterne all’istituto.

Orario di lavoro collaboratore scolastico

Il collaboratore scolastico, nel corso della settimana, lavora per 36 ore. Solitamente divise in 6 ore giornaliere, in base alla tipologia di istituto in cui è impiegato ricopre fasce pomeridiane o diurne. Può svolgere le sue mansioni giornaliere fino a un massimo di 9 ore, ma con una pausa di almeno 30 minuti dopo le prime sei ore di lavoro.

360 Forma, fornisce informazioni e supporto logistico a tutti coloro che sono in cerca di un percorso di formazione tramite cui acquisire il punteggio necessario per entrare nelle graduatorie del Personale ATA. Per ulteriori informazioni e assistenza chiamaci al numero 0984 1716551!

Condividi il nostro articolo su:
Facebook
TWITTER
LinkedIn

Compila il form per ricevere informazioni
o chiamaci al 0984 1716551