L’agente assicurativo appartiene a una sezione della figura professionale dell’intermediario assicurativo, assieme alla figura del Broker. Iscritti entrambi al RUI, sono figure diverse ma che svolgono compiti simili. In questo nuovo articolo di “Professionisti in pillole” andremo ad indagare sulla figura dell’agente assicurativo, scoprendo il suo ruolo nelle agenzie assicurative.

Come diventare agente assicurativo

Per diventare agente assicurativo, come abbiamo esplicitato nell’articolo dedicato all’intermediario assicurativo, bisogna frequentare un corso professionalizzante, accedere all’esame e iscriversi al registro RUI. È necessario avere ottime doti relazionali e saper proporre le soluzioni migliori ai clienti, comprendendo esigenze e bisogni.

Chi è e cosa fa l’agente assicurativo?

L’agente assicurativo presta mansioni all’interno delle agenzie assicurative. Viene regolarmente assunto da una di quest’ultime e svolgerà la propria professione come intermediario tra la compagnia che rappresenta e il cliente. L’agente si occupa di stipulare polizze sanitarie, sulla vita, sulla proprietà e sulle vetture. Le descrizioni dei prodotti forniti dall’agenzia devono essere ben chiari all’agente, che dovrà proporli con sicurezza e ottime capacità di vendita. I suoi clienti possono essere singoli privati o aziende, a cui l’intermediario porrà una serie di quesiti per fornire la polizza adatta alle esigenze esplicitate. Calcolare i rischi, valutando il background del cliente, con situazione finanziaria, fedina penale e tutti i documenti richiesti. Per quanto riguarda le polizze delle vetture o degli immobili, l’agente sarà incaricato di occuparsi del sopralluogo, al fine di proporre la polizza più adatta al bene da assicurare.
Altre mansioni dell’agente assicurativo comprenderanno il calcolo degli indennizzi e dei premi, monitorare i rinnovi delle polizze e le scadenze, informare il cliente in caso di eventuali problemi con i pagamenti e conservare tutti i documenti e le transazioni effettuate.

Broker e Agente assicurativo: differenze

A differenza del Broker, che lavora in maniera autonoma e confronta le polizze di più agenzie, l’agente propone esclusivamente i prodotti dell’agenzia in cui è assunto. Può interagire con il Broker nel momento in cui dovrà formulargli delle proposte da vendere ai suoi cliente esterni.

Agente assicurativo, quanto guadagna?

Lo stipendio medio dell’agente assicurativo gira intorno ai € 21 730 annuali, oppure circa € 11 orari. La busta paga dell’agente risulta superiore rispetto allo stipendio medio delle altre figure professionali in Italia. Un agente assicurativo alle prime armi può partire con un guadagno annuale di €15 000, fino ad arrivare per un professionista ai € 30 000.

360 Forma fornisce informazioni e supporto logistico alle iscrizioni per i corsi preparatori per sostenere l’esame di iscrizione al RUIPer ulteriori informazioni chiamaci al numero 0984 1716551!

Condividi il nostro articolo su:
Facebook
TWITTER
LinkedIn

Richiedi ulteriori informazioni, saremo noi a ricontattarti!

oppure chiamaci al numero 0984 1716551