CARRELLO

Nessun prodotto nel carrello.

Come diventare tutor DSA

cattedra di scuola con matite e libri all'orizzonte
3 Aprile 2020

Tra gli alunni che hanno bisogno di un’attenzione particolare all’interno dell’ambiente scolastico, figurano i DSA. Inclusi tra gli studenti BES (Bisogni Educativi Speciali), di cui abbiamo ampiamente parlato nell’articolo apposito, i ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento necessitano di un percorso di studi strutturato ad hoc. Essi devono essere seguiti da un tutor DSA, che possa improntare un metodo di apprendimento adatto alle esigenze dello studente e favorirne l’inclusione. Ma i DSA cosa sono nello specifico? Quali sono i disturbi dell’apprendimento? Andiamo a scoprirlo in questo nuovo articolo di 360 Forma, dedicato al mondo della scuola e dell’insegnamento.

DSA significato?

I DSA, come già detto qualche riga più sopra, sono i Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Nel sistema legislativo, sono riconosciuti dalla legge 170 del 2010. Le quattro tipologie di disturbo rilevate coinvolgono specifiche aree dell’apprendimento, le quali sono:

  • Disortografia e Disgrafia: comprendono le difficoltà nella scrittura;
  • Discalculia: trovare difficoltose le procedure di calcolo;
  • Dislessia: avere difficoltà nelle abilità di lettura.

Questi disturbi sono definiti specifici in quanto coinvolgono determinate abilità dell’alunno, che in fase evolutiva non riesce a sviluppare in maniera verticale. Sono, in sostanza, automatismi che lo studente dovrebbe acquisire durante il percorso scolastico, come: scrivere senza fare errori, usare una calligrafia leggibile, avere padronanza dei numeri e la loro elaborazione nei calcoli, leggere in maniera fluente un testo, ecc.. I problemi legati ai DSA vengono a galla in giovane età, quando il bambino in fase di apprendimento non riesce a stare al passo con gli altri compagni di classe. In questo caso è di grande aiuto una diagnosi tempestiva del tipo di disturbo, in modo da compensarne il deficit e consentire al bambino di stare al passo con il programma scolastico.

È importante sottolineare che i DSA non sono causati da traumi o disturbi psicologici del soggetto. Hanno origine neurobioligica e sono considerati come uno sviluppo atipico delle capacità (neurodiversità). Ciò non significa che lo studente DSA abbia un QI inferiore alla norma: le capacità cognitive e l’intelligenza risultano adeguate alla sua età. Lo differenziano le difficoltà nel seguire il ritmo dei suoi compagni nell’apprendimento e la fatica nel portare avanti lo studio.

Tutor DSA, cosa fa?

Gli alunni con DSA hanno bisogno di essere affiancati dalla figura di un tutor DSA. Quest’ultimo è uno specialista che ha conseguito un master ed è in grado di affiancare l’allievo in un percorso continuativo e strutturato in maniera specifica in base al disturbo rilevato. Ciò garantirà serenità nell’alunno, che potrà sentirsi incluso nella sua classe, godendo di soddisfazioni scolastiche e, in futuro, lavorative. Il tutor si avvarrà di strumenti per incrementare l’autostima dello studente, aiutandolo ad acquisire le competenze necessarie per rendersi autonomo nell’apprendimento.
Prevalentemente di sostegno ad alunni di scuola primaria e secondaria di primo e di secondo grado, egli può svolgere la sua professione sia in ambito scolastico che extra-scolastico.

360Forma, fornisce informazioni e supporto logistico a tutti coloro che sono in cerca di un percorso di formazione per entrare nelle graduatorie del Personale ATA o che sono interessati ad acquisire i 24CFU e diventare docenti.

 

SCOPRI IL PACCHETTO FORMATIVO PER IL PERSONALE ATA

oppure

ACQUISISCI I 24 CFU CON 360 FORMA

Per ulteriori informazioni e assistenza chiamaci al numero 0984 1716551!

 

X