CARRELLO

Nessun prodotto nel carrello.

Competenze informatiche nel CV, dove inserirle?

competenze informatiche curriculum vitae
19 Gennaio 2021

Acquisire competenze informatiche, oggi, è la strada giusta per rendersi appetibile ad un possibile colloquio di lavoro. Sono tantissime, infatti, le posizioni lavorative che richiedono competenze informatiche più generiche o verticali, dedicate a settori ben precisi.

Frequentare corsi di informatica validi, ricevere attestati, farsi trovare preparati ad ogni esigenza lavorativa è il primo passo da fare per risultare più competitivi rispetto ad altri. Raccogliere nuove conoscenze, nel settore delle nuove tecnologie, non ci farà sentire estranei nel mercato del lavoro odierno.

Dunque, scopriamo quali le competenze informatiche da inserire nel CV, in che ordine di importanza presentarle all’interno del curriculum e come acquisire titoli utili da spendere durante la ricerca di lavoro.

Quali competenze informatiche inserire nel cv?

Un curriculum vitae ben scritto, come sappiamo, porta nella maggior parte dei casi al risultato sperato: il colloquio nell’azienda per cui presentiamo richiesta. Sono tantissime le posizioni lavorative che, nei propri annunci, specificano il pre-requisito di conoscenze informatiche certificate. Non è difficile, infatti, che si abbia a che fare con computer e software professionali nell’azienda per cui lavoreremo.

Per prima cosa, quindi, dobbiamo ben comprendere quali competenze informatiche inserire nel cv in accordo con le richieste specifiche fatte dall’azienda. Se non le abbiamo nel nostro CV, frequentare corsi specifici sarà una buona mossa in direzione del nostro futuro professionale.

Se la posizione richiede l’utilizzo di software specifici, sarà bene strutturare l’area delle conoscenze informatiche risaltando quest’ultime, se acquisite. In professioni meno tecniche, si potrà procedere con le competenze generiche, per poi scendere nel dettaglio di software ed, eventualmente, linguaggi di programmazione.

Un esempio di curriculum vitae: focus sulla sezione “competenze informatiche”

Per ben capire quali risaltare in base alla propria professione, dobbiamo fare un confronto tra quelle richieste dalla posizione lavorativa e quelle in nostro possesso. Se dobbiamo partire dal generico per arrivare al particolare, è consigliabile usare la seguente scaletta:

  • Sistema operativo (mettere in risalto se si conoscono altri SO oltre a Windows);
  • Posta elettronica e browser (quali si conoscono e si utilizzano maggiormente);
  • Conoscenze informatiche basic: sono le competenze dei software di base, come il pacchetto Microsoft Office. Esempi di attestati da conseguire possono essere il corso base Word, il corso base Access, il corso Excel o il corso EIPASS basic
  • Programmi di grafica: da risaltare soprattutto se la posizione lavorativa richiede la loro competenza specifica. Un esempio sono i software di Adobe, come il Corso Adobe Photoshop CC;
  • Software professionali: come quelli rilasciati da SAP per le imprese;
  • Linguaggi di programmazione: da PHP a Python, passando per JAVA e JAVA Script, i linguaggi informatici sono molteplici e aprono molte strade lavorative;
  • Attestati di competenze informatiche per graduatorie: come quelli richiesti per le graduatorie docenti per saper gestire le nuove tecnologie, tra cui c’è il corso LIM.

Leggi anche il nostro approfondimento su come accrescere il punteggio nelle graduatorie docenti.

360Forma in qualità di Agenzia per il Lavoro fornisce supporto ai candidati in cerca di occupazione e ha instaurato partnership solide con aziende del territorio per garantire un ingresso immediato dei candidati nel mondo del lavoro. Se desideri conoscere tutti i servizi offerti ai candidati per la ricerca di lavoro in Italia o all’estero, consulta la sezione dedicata ai servizi dell’Agenzia per il Lavoro

Per richiedere informazioni o supporto puoi compilare il form di contatto, contattarci tramite live chat su questo sito oppure telefonare al numero 0984 171 65 51.