CARRELLO

Nessun prodotto nel carrello.

Il Curriculum Vitae

curriculum vitae
federica
28 Febbraio 2022

Il Curriculum Vitae è il documento che descrive la tua esperienza professionale e formativa. Il CV è richiesto dai recuiter in fase di selezione del personale e consente al candidato di evidenziare al selezionatore i suoi trascorsi lavorativi, le competenze tecniche specifiche e il percorso formativo pregresso. Esistono molti modelli di curriculum vitae e ciascuno svolge funzioni specifiche.

In questa guida approfondiremo tutto quel che riguarda il CV, dalla definizione di che cos’è il curriculum vitae fino ai vari tipi di CV e ai loro specifici utilizzi in fase di candidatura per una posizione di lavoro.

Che cos’è il curriculum vita?

Il termine “Curriculum Vitae” deriva dal latino e letteralmente significa “corso della vita” o meglio “carriera della vita”.

Pare che l ‘inventore del curriculum vitae fosse il grande Leonardo Da Vinci il quale lo intendeva non come l’elenco delle attività lavorative svolte in passato quanto come l’elenco delle capacità professionali e delle competenze trasversali maturate nel corso della vita. Un concetto di CV un po’ diverso da quello a cui siamo abituati noi ma decisamente interessante.

Il Curriculum Vitae per come lo conosciamo oggi invece, è stato creato nel 2002 dalla Commissione Europea. In particolare, questa data coincide con la nascita del curriculum europeo. Fu ideato per dare ai cittadini dell’UE la possibilità di lavorare in qualsiasi paese dell’Unione Europa. Il documento infatti, è riconosciuto da tutti i lavoratori, i recruiter e le agenzie del lavoro degli stati membri grazie al suo formato standard.

 

A cosa serve il curriculum vitae

Il curriculum vitae serve per candidarsi a una posizione di lavoro e per dare al recruiter una visione globale e completa del proprio profilo professionale.

Il CV serve poi ai selezionatori per effettuare la prima scrematura tra i curricula ricevuti. Per questo motivo, molte aziende e società di selezione del personale utilizzano software ATS per effettuare questa analisi e scrematura. I software ATS individuano nel CV le parole chiave in linea con l’annuncio di lavoro e scartano i curricula che non le contengono.

Ecco perché quando si scrivere un cv, qualsiasi sia il modello, è importante inserire le parole chiave utilizzate nell’annuncio di lavoro e fornire il CV in un formato leggibile dal software, per esempio il pdf e il formato Word.

Tipi di curriculum vitae

Esistono diversi tipi di curriculum vitae. I vari modelli svolgono funzioni diverse e possono essere utilizzati in circostanze specifiche in base alla posizione per cui ci si sta candidando. Ecco i modelli di curriculum vitae più importanti:

  • CV Europeo: il curriculum basato sul modello definito dall’Unione Europea valido in tutti i paesi dell’UE. Si tratta di un modello standard che si consiglia di utilizzare quando espressamente richiesto dall’annuncio di lavoro e quando si vuole inoltrare una candidatura presso un’azienda con sede in un paese EU. In questi casi può essere utile scrivere il curriculum Vitae in inglese.  Leggi di più sul CV Europeo.
  • Curriculum Vitae breve: un modello di curriculum breve, solitamente contenuto in una sola pagina. La sua brevità può essere un’arma a doppio taglio. Da un lato consente di catturare immediatamente l’attenzione del recruiter; dall’altro si rischia di trascurare informazioni importanti. Il CV breve si utilizza soltanto quando le informazioni da trasmettere sono poche e quando si ha una grande capacità di sintesi. Leggi di più sul Curriculum Vitae breve.
  • Curriculum Vitae creativo: Solitamente, a questo modello di Cv si consiglia di allegare un portfolio lavori. Leggi di più sul Curriculum Vitae creativo
  • Video Curriculum Vitae: si tratta di un vero e proprio video in cui il candidato si racconta al selezionatore. Questo tipo di CV si utilizza soltanto quando è espressamente chiesto dai recruiter. Leggi di più su come impostare correttamente un Video Curriculum Vitae
  • Curriculum vitae e studiorum: in questo modello la formazione è posta in evidenza. In particolare, oltre all’elenco degli studi è necessario dettagliare l’elenco degli esami sostenuti durante il percorso universitario, eventuali stage formativi curriculari, eventuali percorsi di formazione all’estero, la partecipazione a convegni, seminari e altri eventi strettamente legati al mondo accademico. Questo modello si utilizza quando ci si candida alla partecipazione di un concorso pubblico, un concorso di dottorato di ricerca o una posizione lavorativa nel campo della ricerca in cui è importante dare evidenza al percorso di studi.
  • CV al contrario: in questo modello le competenze tecniche e trasversali si trovano all’inizio del CV, subito dopo i dati anagrafici. L’obiettivo è raccontare sin da subito cosa si sa fare praticamente, evidenziando in maniera concreta le ragioni per cui un’azienda dovrebbe assumerti. Solitamente invece il curriculum inizia dalle competenze professionali, segue poi l’elenco dei titoli e infine l’elenco delle competenze. Questa struttura è mutuata dal CV europeo.
  • CV Linkedin: è il curriculum vitae che la piattaforma LinkedIn consente di creare e scaricare direttamente online. Si tratta di un CV modulabile, 100% online, condivisibile in formato PDF e visibile a tutta la tua rete di contatti Linkedin e anche alle persone esterne. Puoi utilizzare questo modello quando hai bisogno di inviare velocemente il tuo profilo, in maniera informale oppure se il recruiter chiede espressamente questa tipologia di CV. Puoi condividerlo in formato PDF o tramite link diretto.

Esistono poi alcune varianti di tali modelli fatte su misura per specifiche esigenze. Per esempio:

  • Curriculum vitae per studente: un modello indicato per studenti neodiplomati o neolaureati senza esperienza, in cerca di una prima opportunità lavorativa, in particolare uno stage o un tirocinio extra curriculare per inserirsi nel mondo del lavoro per la prima volta. Leggi di più sul Curriculum vitae per studente.
  • Curriculum vitae per disoccupati: coloro che hanno perso il lavoro o per un lungo periodo non hanno lavorato potrebbero faticare a “giustificare” agli occhi del recruiter un periodo di inattività. Questo tipo di CV aiuta a riempire tali vuoti rafforzando l’area delle competenze e delle capacità. Per redigere il cv i disoccupati possono farsi supportare da agenzie per il lavoro e consulenti di carriera.
  • Curriculum vitae per manager e professionisti: ideale quando il candidato ha maturato una forte esperienza in un certo settore professionale e desidera cambiare azienda per crescere professionalmente. Il cv per manager e professionisti evidenzia non solo le esperienze pregresse in ruoli di management ma anche il possesso delle soft skills necessarie per occupare una posizione di management.

 

Come strutturare il Curriculum Vitae

Qualsiasi sia il modello di CV che hai scelto di utilizzare è importante che siano sempre presenti alcuni elementi:

  • dati personali: ovvero nome e cognome, data di nascita (opzionale, così come il sesso), indirizzo di residenza e contatti (numero di cellulare e indirizzo di posta elettronica); eventuali link ai canali social, LinkedIn in particolare.
  • la sezione relativa alle esperienze lavorative, in ordine cronologico decrescente (dalla più recente alla meno recente) e possibilmente con il dettaglio delle mansioni svolte;
  • la sezione dedicata alle esperienze formative che include sia il percorso di studi scolastico, universitario ed extra universitario, sia le esperienze di stage e di studio/lavoro all’estero;
  • una sezione dedicata alle competenze linguistiche con indicazione del livello di competenza e delle eventuali certificazioni ottenute;
  • una sezione dedicata alle competenze tecniche con l’elenco degli strumenti conosciuti e il livello di conoscenza;
  • una sezione dedicata alle competenze trasversali (non professionali);
  • il riassunto (opzionale): una sintesi del profilo, solitamente a inizio CV.

 

Errori da evitare nel curriculum vitae

Ecco invece una serie di errori da evitare questo scrivi il tuo CV:

  • Evita di inserire link ai canali social privati ovvero canali in cui sia stata impostata la privacy o canali utilizzati per soli scopi privati.
  • Attenzioni agli errori grammaticali: una scrittura semplice e corretta è il biglietto da visita per un buon cv.
  • Ricorda di allegare una lettera di presentazione.
  • Leggi con attenzione l’annuncio di lavoro!

360Forma in qualità di Agenzia per il Lavoro fornisce supporto ai candidati in cerca di occupazione e ha instaurato partnership solide con aziende del territorio per garantire un ingresso immediato dei candidati nel mondo del lavoro. Se hai bisogno di supporto per la tua ricerca di lavoro consulta le offerte di lavoro sul nostro sito web oppure contatta l’APL:

Telefono

WhatsApp

Email

Journals