I Docenti interessati, dal 3 al 26 Aprile 2018, potranno inoltrare le domande di mobilità 2018/2019 agli Uffici Scolastici esclusivamente attraverso la piattaforma Istanze Online.
Il mancato utilizzo della procedura attraverso istanze on line e della relativa modulistica comporta l’annullamento delle domande.

Nella sezione Istanze Online, dedicata alla Mobilità, ci saranno le indicazioni per compilare la domanda e la modulistica. Nella stessa sezione, in merito alla mobilità professionale verso le discipline specifiche dei licei musicali, i Docenti interessati dovranno scaricare la modulistica relativa per compilare la domanda in formato cartaceo e inviato all’Ufficio provinciale competente verso l’istituto di preferenza.

Cosa devono contenere le domande dei Docenti?

Le domande dei Docenti devono contenere

  • Generalità dell’interessato;
  • la scuola o l’ambito di titolarità ed eventuale la scuola presso cui il richiedente presta servizio per incarico triennale nel corrente anno scolastico;
  • Per docenti di scuola secondaria la classe di concorso di titolarità;

L’ordinanza specifica che, per alcune categorie, i termini per la presentazione della domanda saranno riaperti per:

  • Il personale scolastico che conclude i corsi di riconversione professionale, quindi anche a chi partecipa ai corsi universitari di specializzazione sul sostegno in data successiva alla chiusura dei termini e almeno 5 giorni prima della chiusura delle funzioni SIDI.
  • I docenti che concludono i corsi di sostegno

 

Come gestire gli allegati della domanda di mobilità

Una volta effettuato l’accesso al servizio delle Istanze Online, si va al menu “ALTRI SERVIZI” e si sceglie la voce “Gestione allegati” di seguito si clicca “avanti”, “accedi” e nuovamente “avanti” e si giunge alla pagina denominata “ELENCO ALLEGATI”. La modulistica degli allegati da utilizzare è presente sul sito del Miur, deve essere scaricata, debitamente compilata, salvata sul proprio PC ed infine inserita, tramite il tasto “inserisci”, avendola selezionata dal tasto “Scegli file”. Una volta cliccato il tasto azzurro “inserisci”, per il salvataggio definitivo dell’allegato bisogna inserire il codice personale e cliccare il tasto grigio “conferma”. Per utilizzare la modulistica per la dichiarazione delle esigenze di famiglia e dei titoli generali è possibile anche fare una dichiarazione cumulativa

 

Gli allegati e la valutazione dei titoli

Le domande devono essere munite della documentazione attestante il possesso dei titoli per l’attribuzione dei punteggi previsti dalle tabelle di valutazione.
Tali titoli devono essere attestati dall’interessato sotto la propria responsabilità. Nel caso di titoli valutabili per esigenze familiari bisogna consultare l’articolo 4 dell’ordinanza ministeriale in cui vi sono le indicazioni a riguardo.

Nel caso di dichiarazioni mendaci e la falsità degli atti, le domande verranno annullate e gli interessati verranno restituiti alla precedente titolarità o in caso di indisponibilità, all’ambito territoriale corrispondente.