L‘esame per agente immobiliare è necessario ai fini di esercitare questa professione nel rispetto della legge. Vediamo cosa prevede la normativa e come conseguire l’abilitazione.

Esame agente immobiliare: cosa prevede la legge

In varie occasioni ci siamo occupati di analizzare la figura professionale e la normativa legata all’Agente d’Affari in Mediazione Immobiliare. In questo articolo ci occuperemo di analizzare tutto ciò che concerne il quadro normativo sul D.M. 300 del 21/02/1990 e la Legge 57/2001 e l’abilitazione alla professione di agente immobiliare.

Occorre precisare che, a differenza degli Agenti di Commercio i quali per titoli di studio o esperienze lavorative possono essere esonerati dalla frequenza di un percorso  formativo, gli agenti immobiliari non possono essere dispensati dalla frequentazione del corso di formazione per agente immobiliare. Infatti per esercitare la professione di agente immobiliare requisiti fondamentali sono l’aver preso parte al corso di studi e l’aver sostenuto l’esame agente immobiliare abilitante.

Come ottenere il patentino agente immobiliare

Secondo DM. 300 del 21/02/1990 e Legge 57/2001, per esercitare la professione, è necessario ottenere un patentino di agente immobiliare

Per conseguire il titolo, è necessario rispondere a questi requisiti:

  1. Aver frequentato un corso di formazione agente immobiliare di preparazione e aver superato un esame camerale in relazione al ramo di mediazione scelto.
  2. Aver svolto gli esami previsti in Camera di Commercio, secondo le modalità previste ed indicate nel DM. 300 del 21/02/1990, dunque due prove scritte ed una prova orale.
  3. Aver sostenuto le prove scritte per diventare agente immobiliare, che vertono su materie giuridiche e su materie tecniche, e a esse si aggiunge la prova orale.

La Legge 57/2001, in alternativa alla prova scritta, prevede un periodo di pratica di un minimo di 12 mesi con l’obbligo di frequenza di uno specifico corso professionale.

Ebbene, però, sebbene questa opportunità fosse indicata nella legge 57/2001 non è al momento realizzabile in assenza di un decreto di attuazione alla seguente disposizione da parte del Ministero competente circa le modalità o le caratteristiche del titolo di formazione dell’esame e della tenuta del registro dei praticanti.

Perché è necessaria l’abilitazione agente immobiliare

Prima della legge 57/2001 esisteva anche una terza opportunità ossia ottenere l’iscrizione al Ruolo senza sostenere nessun esame cioè bastava avere un diploma di ragioniere o una laurea in materie economico-giuridiche o equipollenti. Oggi, però, questa terza ipotesi non è più possibile così come non è più possibile sostituire il corso preparatorio per diventare agente immobiliare con un periodo di almeno due anni (sugli ultimi 5) in una impresa di mediazione.

Pertanto, secondo quanto disposto dalla normativa vigente, per ottenere l’abilitazione come agente immobiliare occorre seguire un corso di formazione e sostenere successivamente l’esame abilitante presso la Camera di Commercio della Provincia di appartenenza. La dimostrazione dei requisiti professionali e dell’assenza di cause ostative all’iscrizione al ruolo è a carico del richiedente e può essere assolta con l’autocertificazione che è inclusa nella domanda di iscrizione.

360 Forma eroga il corso abilitante di Agente d’Affari in mediazione Immobiliare 80 ore on line. Per ulteriori informazioni chiamaci al numero 09841716551.

Condividi il nostro articolo su:
Facebook
TWITTER
LinkedIn

Richiedi ulteriori informazioni, saremo noi a ricontattarti!

oppure chiamaci al numero 0984 1716551