Per la MAD è opportuno seguire alcuni accorgimenti in fase di preparazione: ecco alcuni consigli per compilare la domanda di messa a disposizione.

In un precedente articolo ci siamo occupati di analizzare la tematica della Messa a disposizione per le scuole. In questo articolo vogliamo prodigarci nel fornire quattro consigli utili per rendere efficace la MAD per l’anno 2018/2019.

MAD: consigli per la compilazione

Affinché la MAD sia ecco alcuni consigli per la compilazione.

1. Assicurarsi di aver inserito tutti i titoli utili per accedere alle classi di concorso di cui vuoi segnalare la tua disponibilità
Aggiungere eventuali master, certificazioni e corsi di perfezionamento. Anche i titoli che non danno accesso a classi di concorso sono utili per aumentare le proprie possibilità. In alcune province con pochi candidati è comune essere chiamati anche se non in possesso di titolo di accesso alla classe di concorso ma con esperienze (teoriche o meno) riguardo la pedagogia e l’infanzia.

2. Evitare province con molti candidati se alla prima esperienza
Chiunque può inviare la propria messa a disposizione, senza abilitazione sia alle scuole pubbliche che private. Saranno poi i dirigenti scolastici al momento della selezione a valutare i vari titoli e le relative esperienze in base al bisogno di supplenza della scuola.

Le città più piccole possono offrire uguali opportunità proprio a causa della minore presenza di tanti candidati/concorrenti qualificati.

3. Se non residenti inserire un domicilio vicino alla provincia di invio
Molti aspiranti docenti sono disposti a viaggiare in tutta Italia, ma il più delle volte capita che la chiamata al supplente potrebbe arrivare anche nella giornata stessa, quindi, il dirigente potrebbe scartare chi residente in città distanti più di 50/60 km. Se residenti in altra città ma con domicilio non segnalato nella provincia di invio della propria MAD si rischia di venire esclusi.

Domanda messa a disposizione: quando farla

Quando è opportuno inviare la domanda di messa a disposizione?


4. Inviare a più scuole, più volte nel corso dell’anno
Esistono dei periodi migliori per inviare la Domanda MAD, come a inizio anno prima della selezione di settembre, o poco prima delle vacanze per sopperire a congedi, malattie e trasferimenti.

Le scuole non sono tenute a catalogare e a stilare una graduatoria interna delle proprie mad, quindi, alcune candidature potrebbero andar perse o smarrite all’interno delle stesse segreterie.

Ovviamente, maternità, malattie ed imprevisti capitano durante tutto l’anno, costringendo il docente di ruolo a lasciare il proprio posto a favore di altri docenti ancora in attesa di incarico.

 

360 Forma fornisce informazioni e supporto logistico alle iscrizioni a tutti gli interessati per la compilazione della MAD.
Per ulteriori informazioni chiamaci al numero 0984 1716551!

Condividi il nostro articolo su:
Facebook
TWITTER
LinkedIn

Richiedi ulteriori informazioni, saremo noi a ricontattarti!

oppure chiamaci al numero 0984 1716551