Il reddito di cittadinanza previsto dal Governo introdurrà delle novità per i disoccupati e i meno abbienti. Andiamo ad illustrare le principali caratteristiche di questo provvedimento.

Reddito di cittadinanza: cos’è

Spieghiamo innanzitutto il reddito di cittadinanza cos’è. Si tratta del nuovo sussidio mensile per i meno abbienti è riservato a chi non supera determinate soglie di reddito. Prevede in parallelo un percorso di ricollocamento per tutta la famiglia.

Il sussidio è fruibile per 18 mensilità rinnovabili se sussistono i requisiti, partirà ad aprile (richieste da marzo). Il sussidio, erogato tramite tessera elettronica, integra il reddito familiare e consente di coprire spese primarie prevedendo bonus in casi particolari.

Ovviamente, per chi è abilitato al lavoro, l’erogazione del sussidio è legato ad un impegno attivo ad accettare offerte congrue proposte dai centri per l’impiego, dopo un percorso di riqualificazione.

Dopo l’approvazione definitiva del Decretone contente le norme per questo beneficio e per la quota 100 sulle pensioni, è tutto pronto per il via alle misure di sostegno al reddito. Dallo scorso 6 marzo i potenziali beneficiari potevano presentare la domanda attraverso il sito ufficiale oppure tramite gli uffici postali o i Caf, mentre entro la fine del mese di aprile dovrebbero partire i primi pagamenti agli aventi diritto.

Come funziona il reddito di cittadinanza

Al fine di comprendere come verrà erogato il sussidio, andiamo a vedere come funziona il reddito di cittadinanza.

Il contributo che riceveranno i beneficiari, in base alle nuove norme, sarà suddiviso tra la quota di sostegno al reddito che varia in base al numero dei componenti della famiglia e un contributo alle spese di affitto uguale per tutti (280 euro mensili). Se i beneficiari stanno invece pagando un mutuo per aver acquistato l’appartamento in cui vivono, il contributo per la casa scende a 150 euro mensili.

L’assegno di integrazione al reddito varia da un minimo di 500 euro mensili per le famiglie mononucleari ad un massimo di 1.050 euro per quelle composte da 3 adulti e due minori o 4 adulti. Pertanto, una persona che vive da sola potrà ricevere complessivamente 780 euro (500 di sostegno al reddito e 280 come contributo alle spese di affitto). Per una famiglia composta da 2 adulti e 2 figli minorenni il contributo sarà di 1.280 euro al mese.

Reddito di cittadinanza requisiti

Per ottenere il beneficio è necessario rispettare i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o stranieri lungo soggiornanti;
  • residenza italiana da almeno 10 anni di cui gli ultimi due continuativi;
  • Isee inferiore a 9.360 euro anno;
  • valore del patrimonio immobiliare non superiore a 30 mila euro (escludendo la prima casa di proprietà);
  • patrimonio mobiliare non superiore a 6 mila euro che però può arrivare a 20 mila se in famiglia è presente un disabile.

Per quanti vogliono ricevere maggiori informazioni sui servizi che eroghiamo potete recarvi direttamente in sede, dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 18:30, in Via Loius Braille n. 7 Rende (CS).

Condividi il nostro articolo su:
Facebook
TWITTER
LinkedIn

Richiedi ulteriori informazioni, saremo noi a ricontattarti!

oppure chiamaci al numero 0984 1716551