CARRELLO

Nessun prodotto nel carrello.

Trovare lavoro all’estero

colloquio per trovare lavoro all'estero
2 Marzo 2022

La scelta di allargare i propri orizzonti lavorativi porta, spesso, a soluzioni che vanno oltre i confini italiani. Sono, infatti, tantissimi i giovani e meno giovani che decidono di preparare curriculum vitae e valigia per dirigersi fuori dal Bel Paese e cercare lavoro all’estero.

Entrare in una nuova nazione, però, ha le sue peculiarità e difficoltà basilari: dall’apprendimento della lingua alle esigenze di mercato dissimili da quelle italiane.

Ma come trovare lavoro all’estero? Esistono dei siti specializzati nella ricerca di opportunità di carriera per italiani all’estero ed expat? Quali sono le accortezze da prendere prima di scegliere il paese di destinazione?

Proviamo a rispondere a queste domande nel nuovo di 360 Forma dedicato alla ricerca di lavoro all’estero.

Qualche dritta su come cercare lavoro all’estero

La parola d’ordine se vuoi trovare lavoro all’estero è: studiare! Che cosa? Tutto!

Per cercare lavoro all’estero, infatti, è necessario elaborare un piano d’azione che includa lo studio di:

  • Paese: la scelta della nazione in cui cercare lavoro dipende da te e dalle tue esigenze professionali. Esamina le tue attitudini e cerca il paese che offre una maggior offerta di impiego per figure come la tua.
  • Lingua: studia la lingua del paese ospitante o, se vuoi intraprendere dei cammini formativi in loco, rinfresca il tuo inglese con corsi dedicati per avere almeno il livello B2. Questo potrà darti una marcia in più in un paese che non parla la tua lingua. Perché l’inglese? Perché è la lingua comunitaria, se decidi di trasferirti in un paese EU, oltre che una delle più parlate al mondo, e anche perché è considerata la lingua principale nel mondo del lavoro. Se proprio non possiedi competenze linguistiche di base nella lingua madre del paese in cui desideri trasferirti, valuta di scegliere un paese anglofono e impegnati per conseguire una delle tante certificazioni linguistiche utili per fare il tuo primo ingresso in un’azienda straniera.
  • Mercato: conoscere il mercato di riferimento e le aziende che offrono posti di lavoro è fondamentale. Bisogna partire preparati e con un buon piano da mettere in atto in loco. A questo scopo, oltre a un’attenta analisi delle aziende attraverso i loro siti web, potrai sfruttare i siti per trovare lavoro all’estero più famosi nelle diverse nazioni. Per esempio, portali come Indeed, Glassdoor, Eures, Workaway, Monster sono aggregatori di offerte di lavoro consultabili per Nazione su cui puoi trovare anche informazioni sull’azienda e recensioni sulla qualità del lavoro scritte direttamente da dipendenti ed ex dipendenti.
  • Curriculum vitae e lettera di presentazione: controlla quale tipologia di curriculum è più usato nel paese di riferimento e prepara una traduzione ben scritta. Fai lo stesso con la lettera di accompagnamento. Ricorda che, ogni paese predilige uno stile di CV diverso. Per esempio, in UK il CV deve essere molto breve e conciso e il formato Europeo non è gradito.

Questi sono solo alcuni dei consigli su cosa preparare per trovare lavoro all’estero. Ma esistono piattaforme online che ci possono aiutare a raggiungere la carriera dei nostri sogni fuori Italia?

Siti per trovare lavoro all’estero, quali consultare?

Esistono tantissimi siti per trovare lavoro all’estero. Per citare alcuni fra i più noti ricordiamo EURES, Indeed, Glassdoor, Eures, Workaway, Monster,  TotalJobs e Adzuna rientrano tra le piattaforme gratuite. Ne esistono molti altri, anche a pagamento, ma il nostro consiglio è quello di cercare direttamente sui siti aziendali la sezione dedicata alla ricerca di nuovo personale e proporsi direttamente alla fonte.

Si tratta di aggregatori di offerte di lavoro su cui puoi trovare annunci di lavoro etichettati per nazione, qualifica, ruolo, settore dell’azienda e molti altri dettagli. Molti di questi siti per trovare lavoro all’estero sono pensati per aiutare a cambiare lavoro gli expat, cioè le persone che vivono già all’estero, ma sono anche ricchi di offerte di lavoro per italiani che desiderano trasferirsi oltralpe.

Un altro modo per trovare lavoro all’estero è rivolgersi ad agenzie per il lavoro specializzate nella ricerca di profili junior o senior stranieri. Molte aziende straniere, infatti, hanno branch offices in Italia o comunque intrattengono relazioni con il mercato italiano. Motivo per cui le agenzie di head hunting e anche le agenzie interinali classiche sono sempre in cerca di profili per arricchire i team internazionali delle grandi aziende.

Infine, per lavorare all’estero sicuramente bisogna sfruttare tantissimo i social. Un buon profilo curato, soprattutto su LinkedIn, potrà essere utile. Sono tantissime, infatti, le aziende che usano LinkedIn anche fuori Italia.

In bocca al lupo per il viaggio, l’Estero ti aspetta!