Parlare in pubblico ed emozionare chi ci ascolta. Il public speaking non è così semplice come può sembrare, né è da considerarsi una capacità innata. Esso nasce da un costante allenamento mentale e fisico, unito a una buona dose di carisma. Saper intrattenere un pubblico, che sia esso un’aula piena di alunni o di persone vestite elegantemente per un corso di aggiornamento, può semplificare il proprio lavoro e arrivare al cuore della gente, emozionando. Lo scopo è che le nostre parole possano imprimersi nei nostri ascoltatori. Ma come riuscire a fare del buon public speaking? Ecco alcuni consigli di 360Forma per agevolarvi il compito.

Come parlare in pubblico

Parlare con il proprio pubblico significa condividere con esso una parte delle proprie emozioni. È difficile mantenere l’attenzione elevata, ma con saggezza e un po’ ti trucchi, tutto diventerà più facile. Per prima cosa bisogna avere in mente il target di persone con cui ci andremo a confrontare, per ben scegliere anche il registro linguistico più consono per l’occasione. Poi bisognerà fissare bene i punti da affrontare durante l’esposizione, scrivendo una scaletta dell’intervento. Quest’ultima dovrà essere ampliata e ripetuta ad alta voce davanti a uno specchio. L’atto del potersi vedere, mentre si esercita l’esposizione, potrà aiutarci nell’aggiustare il tiro e sperimentare il linguaggio non verbale del nostro corpo. Non conta, infatti, solo la voce, ma anche la gestualità e il mondo in cui ci muoviamo all’interno dello spazio.

Tecniche per parlare in pubblico

Ma andiamo un po’ più nello specifico, esplorando qualche tecnica utile.

  • Tecniche vocali: esercitare il diaframma è utilissimo in questi casi. La stanchezza fisica che si prova quando si fanno lunghi discorsi, con conseguente abbassamento di voce, è dato da uno scorretto utilizzo dell’apparato fonatorio. Se si parla molto, è necessario usare correttamente la respirazione, in modo tale da avere maggior supporto nella pronuncia delle parole ed evitare di farsi del male. L’allenamento diaframmatico, inoltre, aiuta a prendere padronanza dei volumi della voce, che se ben dosati possono essere un punto di forza nel tenere viva l’attenzione;
  • Tecniche fisiche: sciogliere i muscoli facciali, facendo finta di masticare, e scrollare le spalle possono diradare la tensione. Cercare di restare più sciolti possibili può evitare tensioni inutili, che possono portare a sbagliare;
  • Emozionare ed emozionarsi: per poter arrivare al cuore del pubblico bisogna, per prima cosa, emozionarsi. Credere realmente in ciò che si sta dicendo, evitando di ripetere un discorso a memoria, cadendo nell’artificioso. Ciò può essere semplificato con l’utilizzo dello storytelling. Raccontare un aneddoto vicino a noi o utilizzare delle citazioni ben dosate, possono rendere l’esposizione più familiare e personale, coinvolgendo maggiormente il pubblico che ci troviamo di fronte. Altra nota è la positività: partire negativi, con la paura di far brutta figura ad esempio, può solo crearci un danno.

Rilassati, parla del tuo lavoro con amore e tutto andrà per il verso giusto.

L’Agenzia per il Lavoro 360 Forma, fornisce informazioni e supporto logistico per i professionisti. Per ulteriori informazioni chiamaci al numero 0984 1716551!

Condividi il nostro articolo su:
Facebook
TWITTER
LinkedIn

Richiedi ulteriori informazioni, saremo noi a ricontattarti!

oppure chiamaci al numero 0984 1716551