CARRELLO

Nessun prodotto nel carrello.

Riqualificazione professionale: percorsi e consigli per disoccupati adulti

riqualificazione professionale adulti
18 Gennaio 2022

In un mondo che è sempre più frenetico e in continua lotta temporale con sé stesso, la formazione continua e fondamentale. Corsi di aggiornamento e acquisizione certificazioni informatiche sono, per i nativi digitali, il pane quotidiano da cui attingere durante il proprio percorso scolastico.

Se per i giovani, però, l’acquisizione di titoli e certificazioni può essere un gioco da ragazzi, per i più adulti i percorsi possono risultare altamente difficoltosi.

La riqualificazione professionale per disoccupati è un problema concreto e in continua crescita. Ma come ci si può mettere al passo coi tempi, soprattutto per quanto riguarda le nuove conoscenze? Quali sono i corsi di riqualificazione professionale consigliati per gli over 40?

Scopriamolo in questo nuovo articolo di 360 Forma dedicato al mondo del lavoro.

Riqualificazione professionale e formazione

La riqualificazione professionale coinvolge, solitamente, quei lavoratori che hanno perso il loro impiego e hanno tra i 40 e i 55 anni. Questi troveranno difficoltà e sfiducia nel ricominciare un percorso da 0, soprattutto con le nuove tecnologie sempre più pressanti all’interno dei contesti professionali.

Le nuove leve, più giovani e flessibili, nate in un mondo già digitale, avranno tantissime chance di potersi inserire, anche se in una iniziale fase di stage. Ciò porterà i lavoratori adulti, con un curriculum in cui possono vantare anni di esperienza, a sentirsi scoraggiati e sconfitti in partenza.

Ma ciò può essere ovviato dai corsi per la riqualificazione professionale.

Ne esistono tantissimi e di facile accesso a qualsiasi fascia d’età. Non è, poi, un’impresa così ardua acquisire nuove competenze se la motivazione è forte. Inserirsi nel mercato del lavoro, infatti, con un bagaglio di esperienza invidiabile e conoscenze aggiornate potrà essere una carta più che vincente.

Corsi di riqualificazione professionale, quali scegliere

Tra i corsi di riqualificazione professionale, sicuramente avranno la precedenza i corsi EIPASS e l’apprendimento delle lingue, con preferenza della lingua inglese.

I corsi EIPASS consentiranno di ottenere una piena padronanza delle nuove tecnologie, in base al settore desiderate, portando quel boost in più sul curriculum e nel futuro ambiente lavorativo. Da lavoratore maturo, allena le soft skills come il team working, il problem solving e le capacità comunicative.

Nonostante il lavoro stabile, infatti, è consigliabile non abbassare mai la guardia e continuare a formarsi con corsi e aggiornamenti. Tutto tornerà utile, anche nel lavoro preesistente. Un’azienda potrebbe fallire, decidere di tagliare il personale o diventare un ambiente inospitale per rapporti umani o condizioni lavorative. Per tale motivo, è sempre utile avere un piano B costituito da attestati, certificazioni e competenze.