CARRELLO

Nessun prodotto nel carrello.

Truffe agenzie immobiliari: come riconoscere i professionisti qualificati

agente immobiliare illustra immobile ai clienti
6 Dicembre 2019

Il mondo del mercato immobiliare online è, spesso, popolato da insidie e annunci non del tutto veritieri. Le truffe delle agenzie immobiliari diventano sovente fatti di cronaca in cui il mal capitato non può che piangere i propri soldi persi. Scopriamo insieme a 360Forma come evitare le truffe e come riconoscere un agente immobiliare qualificato.

Truffe agenzie immobiliari, come riconoscerle

Quando si è in cerca di una casa da affittare o comprare, è inevitabile effettuare una piccola ricerca su internet per iniziare a farsi un’idea. Se si presta bene attenzione, alcuni segnali vi eviteranno di incappare in falsi agenti immobiliari:

  • Le foto delle case mostrate sono troppo perfette e i prezzi sono stracciati: controllare sempre bene gli annunci. Le case con foto troppo perfette possono essere considerate un campanello d’allarme perché, spesso e volentieri, l’agente immobiliare non ha la possibilità di allestire set fotografici per una casa in affitto/vendita. Inoltre, il prezzo deve essere adeguato alla zona dov’è ubicato l’immobile, nessuno regala niente.
  • La grammatica dell’annuncio: molte truffe immobiliari online provengono dall’estero. È molto semplice replicare un annuncio, utilizzando google translate per una descrizione veloce ed erronea di un prodotto inesistente.
  • Pagamenti a distanza e senza visionare l’immobile: dopo aver attirato l’attenzione del cliente con foto di case da sogno e prezzi da discount, il truffatore si preparerà alla fase finale: il pagamento. Il vostro agente immobiliare di quartiere vi chiederà la fiducia a scatola chiusa, essendo sicuramente lontano per “impegni all’estero”. Vorrà saldata la caparra e qualche mese in anticipo, da versare con pagamenti non tracciati. Trasferimenti di denaro e ricariche di carte prive di iban potrebbero farvi perdere il denaro nell’oblio. Basta una promessa di invio chiavi postuma al pagamento, documenti e contratto contraffatti e il gioco è fatto. Solo un occhio esperto potrebbe accorgersi della contraffazione dei documenti.

Gli inganni possono avvenire anche offline, con incontri di persona. Anche in questo caso è bene prestare molta attenzione alle spie d’allarme, che potrebbero attivarsi per i comportamenti sospetti di chi vi troverete di fronte, soprattutto se state cercando di vendere il vostro immobile:

  • Vi sentirete assecondati in tutto: adulare è la parola d’ordine per chi vuole raggirare una persona. Un professionista vi porrà tante domande e risponderà con dati alla mano. Un truffatore vi darà tante risposte senza conoscere ciò di cui sta parlando.
  • Iscrizione al registro REA: per svolgere il ruolo di agente immobiliare, il professionista deve essere iscritto al registro REA presso la camera di commercio, dovrà aver frequentato dei corsi di formazione e sarà conosciuto nell’ambiente. Verificate sempre le qualifiche, se riscontrate anomalie non presentatevi a eventuali appuntamenti, ne va del vostro portafogli e del vostro tempo!
  • Si improvvisa fotografo: un buon agente non si presenta con un telefonino per avere in 10 minuti tutto il materiale necessario per la vendita. Occorrerà, invece, stabilire almeno 2/3 incontri per fissare gli obiettivi di vendita e, in seguito, firmare un’autorizzazione alla vendita che rispetti la privacy del cliente. Non rilasciare mai documenti inerenti a te stesso o all’immobile senza avere garanzie di affidabilità.

Per evitare di incappare in tutte queste spiacevoli situazioni, è altamente consigliabile rivolgersi esclusivamente a professionisti qualificati. Risparmierete tempo e denaro!

360Forma fornisce informazioni e supporto logistico alle iscrizioni per i corsi preparatori per sostenere l’esame di C.C.I.A.A e diventare agente immobiliare. Per ulteriori informazioni chiamaci al numero 0984 1716551!

X